Fiat Pomigliano, Marchionne impone ferie forzate ai lavoratori

Lo stabilimento Fiat di Pomigliano d’Arco chiuderà dal 20 al 31 agosto e i 2.150 lavoratori saranno messi in cassa integrazione. Lo comunica la Fiat per evitare, spiega, “inutili accumuli di vetture”. “Per lo stabilimento di Pomigliano – si legge in una nota del Lingotto – in salita produttiva dall’inizio dell’anno, non era stato fino ad oggi necessario alcun intervento.

Leggi il seguito

Il terremoto in Emilia manda in Cig e ferie i lavoratori di Pomigliano

Per i dipendenti Fiat di Pomigliano D’Arco (nella foto lo stabilimento) ci sono una notizia buona e due cattive: infatti, mentre il Tribunale di Roma condanna l’azienda per discriminazioni contro la Fiom e costringe la Fiat all’assunzione di 145 lavoratori con la tessera del sindacato di Maurizio Landini (altri 19 iscritti al sindacato avranno anche diritto a 3.000 euro per i danni ricevuti), il sisma in Emilia ferma la produzione della Panda al “Giambattista Vico” di Pomigliano, ma a subire le conseguenze maggiori – come sempre – sono i lavoratori: gli operai F.I.P. (la new.co Fabbrica italiana Pomigliano) e gli uomini del servizio vigilanza (questi ultimi per la prima volta nella storia dell’azienda) devono subire 3 giorni di Cassa integrazione forzata. Si salvano gli amministrativi, i colletti bianchi, che invece hanno dovuto

Leggi il seguito