Lun. Set 16th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Tagli in arrivo anche al Corsera, manifestazione mercoledì 19

2 min read
Il piano Rcs prevederebbe riduzioni di personale pure alla Gazzetta. Vigilanza dei giornalisti
La sede del Corriere della Sera

Una grande manifestazione per il 19 dicembre.
È quanto hanno deciso giornalisti, impiegati, quadri e tecnici dei periodici Rcs, della Divisione Pubblicità, degli enti centrali e di Rcs Libri nel corso della prima assemblea generale congiunta che si è svolta questa mattina in via Rizzoli e che ha visto la partecipazione del Comitato di redazione del Corriere della Sera e della Rsu della Divisione Quotidiani.
La manifestazione si svolgerà simbolicamente mercoledì 19 dicembre, giorno in cui il Consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup dovrebbe approvare il piano industriale triennale a cui sta lavorando l’amministratore delegato Pietro Scott Jovane.
Per quella data, stando alle indiscrezioni degli ultimi tempi, i vertici di Rcs potrebbero presentare un piano che prevede tagli anche al Corriere della sera e alla Gazzetta dello Sport
L’assemblea che si è riunita questa mattina chiede ai vertici del gruppo che qualsiasi investimento ipotizzato si avvalga di un piano industriale “credibile e di prospettiva”.
L’assemblea – si legge nella nota – ha convenuto “sulla necessità che qualsiasi investimento si ipotizzi, fondamentale per il futuro del gruppo, debba però poggiare su un piano industriale credibile e di prospettiva. Un piano industriale – si spiega – che deve partire dal rilancio della progettualità, con idee nuove ed efficaci, e che faccia leva sull’autorevolezza, sulla credibilità e sulla qualità di tutte le iniziative editoriali di Rcs MediaGroup e, soprattutto, sul valore della professionalità di cui dispone la casa editrice. Un patrimonio enorme, che da troppi anni l’azienda sta depauperando a colpi di ristrutturazioni, esternalizzazione e attraverso un processo di precarizzazione che negli anni ha assunto proporzioni inaccettabili”.
I dipendenti di Rcs MediaGroup riaffermano con forza la necessità che il piano industriale segni un cambio di rotta nella gestione del gruppo.
Intanto, come magra consolazione, nella giornata di oggi il presidente degli Editori della Catalogna, Xavier Mallafrè, in occasione della tradizionale notte dell’editoria che si svolge nel capoluogo catalano, ha ufficializzato un calo del fatturato anche per l’editoria in Spagna. Stando a quanto dichiarato, l’attività economica nel settore editoriale in Spagna è calata del 20% negli ultimi tre anni e, stando alle stime del sindacato degli editori, chiuderà il 2012 con un fatturato pari a 2,8 miliardi, l’11% in meno rispetto allo scorso anno.

(b. r.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *