Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Taranto: padre uccide la figlia e poi si suicida

Taranto: padre uccide la figlia e poi si suicida

Taranto: padre uccide la figlia e poi si suicida

Dramma della disperazione a Leporano, vicino Taranto: una ex guardia giurata stamattina ha sparato alla figlia uccidendola, poi si è tolto la vita. I carabinieri, intervenuti sul posto, stanno ricostruendo i contorni della vicenda e interrogando i vicini per appurare cosa sia successo.
Il padre ha esploso un colpo d’arma da fuoco contro la figlia 26enne, uccidendola, e poi si è suicidato. L’uomo, che di professione faceva il vigilante, aveva 55 anni, la figlia 26 anni. L’omicidio è avvenuto in via Vivaldi.
Gli investigatori ipotizzano che la figlia dell’uomo, studentessa universitaria, possa essere stata colpita mentre tentava di togliere l’arma dalle mani del genitore, sorpreso nel momento del suicidio. Pare che l’uomo avesse scoperto da poco tempo di soffrire di una grave malattia. La ragazza, infatti, è intervenuta vedendo il padre che si puntava contro l’arma ma, nel tentativo di disarmarlo, un colpo è partito accidentalmente dalla pistola e l’ha uccisa sul colpo. Subito dopo il padre, Emidio Fanelli, 55 anni, ex guardia giurata in cassa integrazione, si è tolto la vita sparandosi alla testa.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1292

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto