Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Tavella (Cgil): Il Premier detassi i salari, il Sud esploderà

Tavella (Cgil): Il Premier detassi i salari, il Sud esploderà

Tavella (Cgil): Il Premier detassi i salari, il Sud esploderà
di Caterina La Bella

Foto: ifatti.eu

Il Premier Monti, intervenendo oggi alla Fiera del Levante di Bari, parla del Sud ma non convince. Ne parliamo col segretario regionale della Cgil Franco Tavella (nella foto).
Segretario, Monti ha detto oggi che il governo ha dedicato un’attenzione particolare al Mezzogiorno. E’ d’accordo?
L’avrà anche dedicata ma noi non ce ne siamo accorti. Il Mezzogiorno continua ad arretrare, a vivere grandi emergenze, a partire dallo smantellamento dell’apparato produttivo.
Quanto, secondo Lei, incidono sul Sud le misure che il Governo ha proposto nel Decreto Cresci Italia e penso all’imprenditoria giovanile e alla fiscalità di favore per i lavoratori svantaggiati?
Poco o nulla. L’unica fiscalità che il Governo dovrebbe attuare è quella dei salari dei lavoratori, a partire dalla detassazione della tredicesima. Solo così si potrà dare atto al Governo di aver fatto qualcosa. Si deve mettere fine ad una ingiustizia fiscale italiana dove i lavoratori pagano più tasse di prima, sia dirette che indirette, dalle maggiori trattenute in busta paga ai rincari di benzina e costi energetici, passando per l’Imu e le tasse universitarie.
Sarà un autunno bollente come dice Confindustria?
Sarà un autunno molto molto complicato. Ci ritroviamo problemi che abbiamo lasciato in sospeso ad agosto e ritroviamo oggi aggravati. Nessuno può e deve cantare vittoria: non basta pensare allo spread che se scenderà di qualche punto non aiuterà l’economia reale.
Segretario Tavella, quale, secondo lei, la priorità assoluta per il sud?
Il lavoro per i giovani. I livelli di disoccupazione attuali mettono a rischio il futuro democratico.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3627

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto