Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Termovalorizzatore, alta tensione: blocchi nella notte

Termovalorizzatore, alta tensione: blocchi nella notte

Termovalorizzatore, alta tensione: blocchi nella notte

Momenti di altissima tensione questa mattina al Termovalorizzatore di Acerra dove dalle 6 del mattino sono in atto blocchi e proteste da parte dei lavoratori ex Consorzio di Bacino Napoli – Caserta: le organizzazioni sindacali autonome hanno impedito l’arrivo dei camion che dovevano sversare rifiuti. Da quanto rivelato dai dipendenti in protesta, ci sarebbero state anche cariche della polizia per sgombrare i blocchi, un manifestante sarebbe stato anche ferito. Le forze dell’ordine però smentiscono e parlano di interventi necessari perché la manifestazione non era stata annunciata e programmata. Ancora una volta, la richiesta è del pagamento di 6 mensilità arretrate, legate all’utilizzo dei dipendenti dell’ex Consorzio unico di bacino Napoli-Caserta da parte della società provinciale per lo smaltimento dei rifiuti, la Sap.na. Ieri sera avrebbe dovuto essere conclusa una cessione di credito davanti a un notaio, grazie ad un impegno della Protezione Civile. Ma l’atto non è stato sottoscritto, la Provincia di Napoli avrebbe dichiarato di non essere disponibile all’anticipazione della somma, in rispetto delle disposizioni della Corte dei Conti, e per questo non si è dato il via libera ai pagamenti. Sia l’amministratore unico di Sap.na, sia il commissario liquidatore dell’ex consorzio sono di nomina recente. Secondo quanto riferiscono i manifestanti (aderenti a Sindacato Azzurro, Slaicobas, Flaica Cub, Usb, Uap e Cesil) i presidi nella strada che porta all’impianto di Acerra gestito da A2A hanno prima bloccato 150 mezzi pesanti, stazionando sul ciglio della strada in entrambe le rotonde di accesso all’impianto di termovalorizzazione, bloccando anche i dipendenti e gli amministrativi. Occupati anche gli uffici della Sap.na a Napoli e lo Stir di Giugliano di Masseria del Pozzo. Il blocco, poi, è stato rimosso ma la tensione è ancora altissima. Si attendono degli sviluppi nel pomeriggio.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3626

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto