Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » MummyBook » The mother’s nature / 4: mom rebuilt

The mother’s nature / 4: mom rebuilt

The mother’s nature / 4: mom rebuilt
di Nicoletta Tancredi

La mamma rifatta

Botero-Banistas

La mamma rifatta è quella che, appresa la notizia dell’arrivo del bebè, corre immediatamente dal dietologo, per stabilire un regime alimentare che le consenta di non perdere la forma smagliante, presa con l’ultima liposuzione. Quindi va dal chirurgo, per informarsi innanzitutto se non sia il caso, magari immediatamente dopo il parto, di provvedere ad una addominoplastica per rimediare agli eventuali inestetismi della gravidanza. Infine si reca dal ginecologo, per sapere quante possibilità ci sono che suo figlio sia come Cicciobello (ovvero di plastica).
Per la nascita del bambino, la mamma rifatta chiama un fotografo professionista, per farsi immortalare in pose “plastiche” (manco a dirlo). Nella maggior parte delle immagini, la neo mamma appare molto affettuosa, soprattutto quando bacia la testa del piccolo: delicata, come quando un canotto, spinto dalle onde leggere del mare, sfiora una boa.
Per quanto riguarda l’allattamento, la mamma rifatta sostiene di essere per quello naturale. Peccato, però, che il suo seno sia artificiale! È per questo che darà al suo piccolo latte in polvere dal primo giorno, ma – come lei stessa assicura – questo gesto lo farà con tanta, ma tanta naturalezza.
Al rientro a casa ingaggerà una tata apposta per cambiare i pannolini. Si dà il caso, infatti, che alla mamma rifatta piaccia portare le unghie finte, con cui ovviamente le viene scomodo da cambiare il piccino, ma con cui dice di poter far tutto il resto, dal passarsi al ripassarsi (addirittura) una mano nei capelli.
Per la prima passeggiata col bambino si mette in tiro. (Ma anche per tutte le altre). Avanza sinuosa e sicura. I passanti, che fanno più fatica a staccarle gli occhi di dosso che a notarla, si chiedono se nella carrozzina che spinge ci sia un bambino vero, in carne ed ossa, o se ci sia un cameraman su qualche altura nei pressi, per fare una ripresa di uno spot di una qualche clinica privata: arrotondamento glutei 5mila euro; rigonfiamento seni 9mila; lifting delle braccia 3mila euro e così via.
Dieci anni dopo, la mamma rifatta avanza con la stessa disinvoltura, sempre su tacco 15 e con la stessa chioma fluente, biondo oro. Certo non c’è più un passeggino da spingere e le labbra sembrano più grosse sul viso meno paffutello. Di rughe, però, non se ne conta nemmeno una e se non fosse per quel collo ad effetto pellicano … Dietro di lei cammina suo figlio, mangiando una merendina. Indossa un completino attillato anche lui. Peccato, però, che l’effetto sia da omino Michelin. Ma che importa? Per fortuna sull’imeno-plastica c’era una liposuzione in omaggio!

Piccole e (in)confutabili verità di Mummybook

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 137

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto