Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » MummyBook » Tra un piedino e una zampina il passo è breve

Tra un piedino e una zampina il passo è breve

Tra un piedino e una zampina il passo è breve
di Nicoletta Tancredi

CrawlingMia figlia Camilla mi stupisce ogni giorno.
Non sa parlare ancora.
Eppure è evidente che è capace di seguire ogni parola. Di comprendere i toni della voce. Di “eseguire gli ordini” in qualche modo.
Fino a poco fa non era in grado di spostarsi da una parte all’altra, se non stando in braccio. E a guardarla ora non ci crederesti: gattona in ogni dove. Sola e indipendente! Non ci sono più limiti per lei. Così, appena apri la porta di casa, la vedi arrivare, muovendosi a quattro zampe, così come se dicesse “chi ha bussato? Io qui faccio la guardia, non mi sfugge un solo passante”.
Non lo dice, certo, ma si capisce che questo vuole dire.
Senza contare che quando sono ai fornelli per prepararle la pappa, viene quatta quatta, come se chiedesse un assaggino.
Non dice neanche questo, naturalmente, non è capace, ma lo si capisce dal faccino dolce che fa.
E se sono al pc, tenta di arrampicarsi per sbirciare anche lei, come se richiedesse attenzione, come se dicesse “giochiamo insieme?”
Anche questo ovviamente non sa dirlo. Ma è evidente.
Altro caso, seppure rarissimo, quando sono in un’altra stanza, la senti grattare davanti alla porta, come a dire “ehi, mamma, che fai?”.
Non sa dirlo, eppure lo dice.
Se siamo a tavola, invece, e lei a giocare poco distante, dopo un po’, chissà forse per sentirsi più vicino, te la ritrovi in mezzo ai piedi che devi fare attenzione a non calpestarla.
E, se solo la sfiori, la senti lamentarsi.
Che poi, ogni mugolio, a saperlo interpretare, ha un significato ben preciso.
Insomma non parla, come dire: “capisce tutto, le manca la parola”.
Ora, nella sua evoluzione, ovviamente, di strada ne farà.
Ma come prossimo progresso posso aspettare che mi dica “mamma”, oppure devo prepararmi a vederla saltare per afferrare il guinzaglio, tanto per farmi capire che le scappa la pipì?

Piccole e (in)confutabili verità di Mummybook

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 129

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto