Dom. Lug 21st, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Trasporto pubblico in Campania, il Codacons denuncia tutti

2 min read
Se solo un terzo degli abitanti della provincia di Salerno aderirà alla mega causa collettiva organizzata dal Codacons Campania contro Comune, Cstp, Provincia e Regione per la privazione totale o parziale del servizio di trasporto pubblico urbano ed extraurbano che subiscono da un anno, la somma che le pubbliche amministrazioni saranno chiamate a sborsare ammonterà a 25 milioni di euro, 500 euro circa a persona. La stima è dello stesso Codacons che sottolinea: «Mentre gli enti si rimpallano le responsabilità e il 23 ottobre al Consiglio di Stato si chiude la vertenza relativa al debito della Regione, i cittadini stanchi della privazione di un servizio pubblico essenziale cui hanno diritto perchè pagano le tasse e addirittura hanno comprato abbonamenti mai fruiti, si sono organizzati e con il Codacons vanno al Tar a chiedere i danni». L’annuncio è stato dato oggi nel corso della conferenza stampa nella sede della associazione dall'avvocato Matteo Marchetti, alla presenza del presidente regionale Campania Enrico Marchetti, e dei presidenti nazionali Giuseppe Ursini e Carlo Rienzi, venuti a Salerno per l’occasione. Per aderire sarà possibile recarsi nei prossimi giorni nella sede della associazione in via M.Schipa n. 41, a Salerno o collegarsi al sito www.codacons.it. Il presidente Rienzi, poi, ha annunciato che il Codacons con l'associazione per i Diritti Civili nella Scuola, sta per ricorrere al Tar contro il Miur per tutti i docenti e neo laureati non abilitati che sono stati esclusi dal concorsone del ministro Profumo (il cui bando uscirà nei prossimi giorni). Anche per aderire a questo ricorso ci si può collegare al sito www.codacons.it , per chiedere al Tar del Lazio l’ammissione con riserva al concorso alla pari dei docenti abilitati, come ha spiegato Rosalba Di Placido, responsabile nazionale del Dipartimento scuola Codacons. Ulteriore iniziativa dell’Associazione la costituzione a Salerno e Napoli del Comitato Vittime di Windjet che parteciperanno in massa alla azione risarcitoria contro l’Enac (per aderire occorre collegarsi al sito della associazione) che sapeva da marzo del crack imminente e ha consentito la prosecuzione della vendita dei biglietti fino ad agosto. Per ogni informazione è sempre possibile contattare telefonicamente l’892.007, numero unico Codacons tutti i giorni dalle 9 alle 19.

Se solo un terzo degli abitanti della provincia di Salerno aderirà alla mega causa collettiva organizzata dal Codacons Campania contro Comune, Cstp, Provincia e Regione per la privazione totale o parziale del servizio di trasporto pubblico urbano ed extraurbano che subiscono da un anno, la somma che le pubbliche amministrazioni saranno chiamate a sborsare ammonterà a 25 milioni di euro, 500 euro circa a persona. La stima è dello stesso Codacons che sottolinea: «Mentre gli enti si rimpallano le responsabilità e il 23 ottobre al Consiglio di Stato si chiude la vertenza relativa al debito della Regione, i cittadini stanchi della privazione di un servizio pubblico essenziale cui hanno diritto perchè pagano le tasse e addirittura hanno comprato abbonamenti mai fruiti, si sono organizzati e con il Codacons vanno al Tar a chiedere i danni». L’annuncio è stato dato oggi nel corso della conferenza stampa nella sede della associazione dall’avvocato Matteo Marchetti, alla presenza del presidente regionale Campania Enrico Marchetti, e dei presidenti nazionali Giuseppe Ursini e Carlo Rienzi, venuti a Salerno per l’occasione. Per aderire sarà possibile recarsi nei prossimi giorni nella sede della associazione in via M.Schipa n. 41, a Salerno o collegarsi al sito www.codacons.it. Il presidente Rienzi, poi, ha annunciato che il Codacons con l’associazione per i Diritti Civili nella Scuola, sta per ricorrere al Tar contro il Miur per tutti i docenti e neo laureati non abilitati che sono stati esclusi dal concorsone del ministro Profumo (il cui bando uscirà nei prossimi giorni). Anche per aderire a questo ricorso ci si può collegare al sito www.codacons.it , per chiedere al Tar del Lazio l’ammissione con riserva al concorso alla pari dei docenti abilitati, come ha spiegato Rosalba Di Placido, responsabile nazionale del Dipartimento scuola Codacons. Ulteriore iniziativa dell’Associazione la costituzione a Salerno e Napoli del Comitato Vittime di Windjet che parteciperanno in massa alla azione risarcitoria contro l’Enac (per aderire occorre collegarsi al sito della associazione) che sapeva da marzo del crack imminente e ha consentito la prosecuzione della vendita dei biglietti fino ad agosto. Per ogni informazione è sempre possibile contattare telefonicamente l’892.007, numero unico Codacons tutti i giorni dalle 9 alle 19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *