Mer. Lug 17th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Trovata del giorno: Nappi candida Caldoro a successore di Berlusconi

2 min read
Il proponente è consigliere regionale del gruppo del governatore. Al momento la sua voce è isolata

Il consigliere regionale campano Sergio Nappi (nella foto con Caldoro) candida Stefano Caldoro alle primarie del Pdl, dopo l’uscita di scena di Berlusconi. Al momento la candidatura di Caldoro ha raccolto solo l’iniziativa di Nappi e non si conoscono altre adesioni. «La generosa decisione assunta da Silvio Berlusconi di non candidarsi, apre una nuova fase per il Popolo delle Libertà alla quale tutti siamo chiamati a contribuire. La impellenza delle primarie, tuttavia, ci impone di individuare un candidato che sappia rappresentare l’ansia di riformismo, di moderazione, di onestà e di buon governo che sono nel dna del popolo moderato. Stefano Caldoro ha tutte le caratteristiche per essere il candidato del centrodestra alla presidenza del Consiglio». Lo ha affermato in una dichiarazione Sergio Nappi, consigliere regionale del Pdl, componente del Gruppo Federato Caldoro. «In questi primi due anni di governo regionale – ha proseguito Nappi – il Governatore della Campania ha conquistato il consenso della stragrande maggioranza dei campani dimostrando non solo di avere grandi doti amministrative, ma di saper coniugare l’ineludibile rigore con un’acuta prospettiva di sviluppo e di crescita per il territorio. La nostra Regione – prosegue il consigliere regionale – si è distinta nel panorama nazionale per avere le migliori performance sia nella capacità di risanare il deficit nella sanità, sia nell’attitudine a spendere in maniera efficace le risorse comunitarie. Non a caso, il nostro Governatore è da tempo sul podio della classifica dei governatori italiani più amati». Nappi si mostra sin troppo entusiasta, tanto da citare tra i meriti del governatore Caldoro solo le politiche di rigore e tagli, per quanto riguarda la capacità di spendere la Regione Campania risulta ultima per la spesa dei predetti Fondi, in particolare il 16,07 per cento per il Fondo Sociale Europeo e il 14,2 per cento per il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. La Basilicata è al 39,7%, la Calabria al 28.
Però Nappi va avanti sulla sua strada: «Riteniamo che Stefano Caldoro abbia, pertanto, tutte le caratteristiche per essere uno dei candidati di punta alle primarie del Popolo delle Libertà che si terranno il prossimo 16 dicembre. Pur nella consapevolezza che la Campania ha ancora bisogno di lui, riteniamo che il popolo dei moderati debba avere la possibilità di votarlo e la chance di averlo alla guida del Governo del Paese», conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *