Tutti gli uomini e le donne di Montezemolo oggi a Napoli

Tutti gli uomini e le donne di Montezemolo oggi a Napoli

Ultimi ritocchi e ingressi: è ormai pronta la “squadra” di Italia Futura, il “governo ombra” di Luca Cordero di Montezemolo. E’ il nuovo assetto che si è data l’associazione che si è posta come motore della nuova aggregazione che si è riunita attorno al Manifesto Verso la Terza Repubblica ma che non ha però nulla a che fare con la lista, con l’organizzazione della “nuova cosa” avviata con Riccardi, Olivero, Dellai e Bonanni. Nel “gabinetto” del governo Montezemolo siedono con il presidente LCdM, il direttore dell’associazione Andrea Romano, il coordinatore politico Carlo Calenda (che ha anche la delega allo Sviluppo) e il responsabile per lo sviluppo territoriale Simone Perillo. Nel “governo” siedono invece ben 26 ministri che in realtà sono i responsabili tematici della struttura associativa. Tra questi, figurano nomi conosciuti, o che ormai vengono già associati al nuovo gruppo montezemoliano, e nuove risorse. Come quella di Carlo Pontecorvo, “ministro” per le politiche per il Mezzogiorno che oggi aprirà la convention del Manifesto Verso la Terza Repubblica a Napoli. Medico, specializzato in chirurgia, Pontecorvo è in realtà a capo di una holding di famiglia che gestisce attività armatoriali e possiede il 100% della Ferrarelle. Nella squadra sono da poco arrivati anche Enrico Zanetti e Giuseppe Zollino. Il primo, commercialista, docente alla Scuola Superiore di economia e finanza, professore associato alla Ca’ Foscari e vice presidente della giunta dell’Unione giovani commercialisti, ha assunto l’incarico al “Fisco e diritti del contribuente”. Il secondo, professore di Tecnica ed Economia dell’Energia e di Impianti nucleari è invece il responsabile “Energia e ambiente”. In squadra ci sono poi il costituzionalista Michele Ainis, alla “Riforma dello Stato”, il magistrato Stefano Dambruoso alla Giustizia, e all’Internazionalizzazione e Made in Italy, Beniamino Quintieri, preside della Facoltà di Economia Tor Vergata, ex presidente Ice e Commissario del Governo per l’Expo di Shanghai del 2010. Sempre nell’esecutivo di Italia Futura siedono poi, tra gli altri, il generale Francesco Camporini alla Difesa, Walter Ricciardi alla Sanità e al “Lavoro”, il docente di economia politica alla London School of Economics ed editorialista de il Sole 24 Ore Marco Simoni che, dalle colonne de il Foglio, si è incaricato di replicare al documento del responsabile economia del Pd, Stefano Fassina (Titolo dell’editoriale: “Lo statalismo non è la soluzione della crisi, ma la sua causa principale”). Completano il gruppo Stefano Micelli, prof alla Ca’ Foscari e responsabile per le Pmi, il professore di economia alla Michigan State University nonché collaboratore di Fmi, Banca Mondiale, Fed Raul Minetti per i Mercati Finanziari Internazionali, il critico Francesco Bonami all’Industria Creativa, il professore del Mit Ennio Cascetta alla Mobilità e Infrastrutture, il rettore dell’Università di Perugia, Stefania Giannini, l’ex sindaco di Castelfranco Veneto e maestra elementare Maria Gomierato, Stefano Ceci al Turismo, il bocconiano Lorenzo Cuocolo alle Autonomie, Alberto Fontana al Terzo Settore, Benedetto Ippolito alla Cooperazione.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *