Tutti i partiti a lavoro: i candidati di Monti, Ingroia, Sel e Grillo

Tutti i partiti a lavoro: i candidati di Monti, Ingroia, Sel e Grillo

Manca poco più di una settimana alla presentazione delle candidature e, al momento, solo il Pd ha fatto i compiti con largo anticipo, rispetto alla data del 20 gennaio. Negli altri partiti proseguono le trattative, ma ci sono problemi soprattutto tra i centristi.
Centristi (Lista Monti, Udc e Fli): In piena attività il cantiere delle candidature dopo il vertice di lunedì tra Monti, Casini e Fini. Monti vuol chiudere presto e chiede per la lista unica al Senato almeno il doppio dei posti dell’Udc, mentre difende la regola che a Montecitorio vadano solo esponenti della società civile. Tra i senatori montiani ci sono, per ora, l’ex Pd Piero Ichino e i fuoriusciti dal Pdl Giuliano Cazzola, Beppe Pisanu e Mantovani. Con Monti anche l’ex presidente della provincia di Trento Lorenzo Dellai, delle Acli Olivero e Andrea Romano di Italianieuropei, il direttore del Tempo Mario Sechi, Ernesto Auci (ex direttore Sole24ore) e Giulio Borrelli (ex direttore Tg1), il dirigente Confindutria Alberto Bombassei e l’olimpionica Valentina Vezzali. Il braccio di ferro tra Monti e Fli-Udc riguarda sempre il criterio di due sole deroghe ai parlamentari con 15 anni di anzianità. Intanto, sembrano sicure le candidature di Lorenzo Cesa e Rocco Buttiglione, segretario e presidente del partito di Casini, possibile candidato alla presidenza del Senato. Confermati per l’Udc alla Camera Roberto Rao e Mauro Libè, mentre il Fli conferma Italo Bocchino, Roberto Menia, Flavia Perina, Giuseppe Consolo, Mario Baldassarri. Sempre per i finiani sono in lista unica al Senato Benedetto Della Vedova e Giulia Bongiorno.
Sel. in casa Vendola si è alle ultime battute. Tra i nomi di spicco l’ex segretario della Fiom a Torino Giorgio Giraudo, l’ex presidente della Fnsi Roberto Di Natale, l’editorialista del Manifesto Ida Dominijanni, l’ex portavoce Unhcr dell’Onu per i rifugiati, Laura Boldrini, l’ex allenatore Renzo Ulivieri.
Rivoluzione civica. Tra i candidati di Antonio Ingroia ci sono: Ilaria Cucchi (sorella del giovane morto in carcere dopo i maltrattamenti subiti il 29 ottobre 2009), Franco La Torre (figlio del dirigente Pci Pio La Torre ucciso dalla mafia), Gabriella Stramaccioni (direttrice di Libera) e Flavio Lotti (organizzatore della marcia per la pace Perugia-Assisi).
Grillo. Nuovo sberleffo del comico contro Berlusconi, Monti, e Bersani ribattezzati “Bimbi-minkia” e raffigurati sul “blog” come scolaretti, con tanto di grembiule azzurro e colletto bianco. «Sono i “ritornanti”, nuovi di zecca, lucidati a nuovo dalle lingue umide dei giornalisti, sono di nuovo tra noi – scrive Grillo – come prima, più di prima. Nulla è cambiato».

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *