Ven. Ago 23rd, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Tutto accade quando la politica è debole ed autoreferenziale

2 min read
di Gigi Casciello

Nell’Italia dei tecnici al potere, dell’invocazione continua ad una centralità, ad una presunta società civile ed una classe imprenditoriale pronta a dare e ritirare patenti di legittimità al ceto politico, l’inchiesta di Salerno apre uno squarcio su di un malessere che va oltre la malagestio. È vero che stavolta la politica, più o meno inconsapevole, non c’entra ma conferma la propria inadeguatezza persino nell’incapacità di intercettare un sistema affaristico capace di determinare, indirizzare e gestire, in ogni fase, appalti per 50 milioni di euro. Ed il punto vero, al di là di opportune proposte normative avanzate come la stazione unica appaltante, resta quindi la debolezza della politica, l’autoreferenzialità di una classe dirigente incapace prima di interpretare le ragioni dei territori e poi di tradurre in azioni amministrative programmi ed aspettative senza essere ostaggio della burocrazia.
In questa intercapedine di autoreferenzialità ed inadeguatezza si inserisce il malaffare, il cartello affaristico e, se mi si permette, anche l’esigenza degli imprenditori di non restare imbrigliati nelle pastoie dei dirigenti amministrativi. Per carità, non che sia giustificabile un’azione illecita per soddisfare le proprie strategie d’intrapresa, ma tutto accade quando la politica è solo espressione del potere economico o quando è imprigionata in logiche partitocratiche e di non corrispondenza tra il ruolo e l’autorevolezza. Alla Provincia di Salerno, se dovessero essere confermate le accuse della procura in fase processuale in pratica è accaduto questo. E che molti degli indagati siano vicini all’attuale Amministrazione provinciale, politicamente contrapposti alle vecchie Amministrazioni durante le quali si sarebbe sviluppato il malaffare, non è una contraddizione politica ma solo la conferma che la politica non c’è più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *