Ven. Lug 19th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Unisa, Vittorio Storaro ospite di Davimedia

2 min read
Domattina appuntamento con il direttore della fotografia di indimenticabili capolavori cinematografici
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
Martedì 13 novembre, alle ore 10.00 presso l’Aula del Senato Accademico del Rettorato dell’Università degli Studi di Salerno avrà luogo la conferenza stampa con Vittorio Storaro, direttore della fotografia di indimenticabili capolavori cinematografici.
Subito dopo, alle ore 10.30, il tre volte Premio Oscar per “Apocalypse Now” di Francis Ford Coppola, “Reds” di Warren Beatty e “L’ultimo Imperatore” di Bernardo Bertolucci incontrerà gli studenti nel Teatro di Ateneo dove terrà una lectio magistralis introdotta dal Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Salerno Raimondo Pasquino e dalla Preside della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere (cui il corso di laurea in Discipline delle arti visive, musica e spettacolo afferisce) Ileana Pagani.
All’incontro interverranno, inoltre, il responsabile scientifico “daviMedia”, Marco Pistoia ed il direttore artistico Roberto Vargiu.

I prossimi appuntamenti in programma:

19 novembre. Peppe Servillo, attore e musicista. Teatro d’Ateneo. L’incontro aprirà una nuova sezione daviMediaMusica in collaborazione con il MODO di Salerno.
20 novembre. Giancarlo Soldi, regista. Teatro di Ateneo, ore 10,15. Verrà presentato il documentario “Come Tex nessuno mai”, documentario sul fumetto e sulla famiglia Bonelli che, da oltre cinquanta anni, racconta con i suoi personaggi, Tex, Zagor, Dylan Dog, la storia del fumetto d’Italia. Con Soldi si apre una nuova sezione davimediaFumetti che culminerà con la presenza del grande Milo Manara.

Per ulteriori informazioni www.davimedia.unisa.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *