Veni, vidi, vici!

Veni, vidi, vici!
di Nicoletta Tancredi

Bimba occhiali“Non sono stata io”.
Prontamente Paola dice così, ogni volta che Sandra o Camilla prendono a piangere. Lo dice anche se le sta tirando ancora la maglietta. Anche se tiene ancora in mano il giocattolo che ha sottratto. Anche se, insomma, sarebbe meglio non dire nulla.
“Exscusatio non petita, accusatio manifesta” le dico io, con voce cantilenante. Che alla latina non vuol dire altro “chi si scusa, si accusa”. E così capita spesso. Tanto spesso che Paola, con straordinario orgoglio paterno, ha memorizzato la frase. E così l’altro giorno, avendola colpita involontariamente, mentre rassettavo, le ho detto: “Scusa”. E lei, canticchiando, tutta sorridente: “excusatio non petita, accusatio manifesta!”
Wow, mia figlia parla latino! Paola.
Camilla neanche l’italiano…
Ma proprio mentre, tra me e me, andavo facendo queste intime comparazioni (onde evitare traumi, gelosie, etc…etc…), dall’altra camera si è sentita una voce perentoria: “Maaamma, veni!”
Ah… ma allora anche Camilla parla latino!

Piccole e (in)confutabili verità di Mummybook

Damocle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *